Presentazione del Corso Bellezza e Politica

febbraio 9, 2015

Il corso è suddiviso in tre moduli.

 Nel primo sono stati inseriti i temi di grande attualità per i quali è necessario conoscere le indicazioni del magistero della Chiesa, accompagnate da corrette informazioni scientifiche, che ci aiutino a rispondere con argomentazioni forti alle teorie dominanti che mirano ad assolutizzare i diritti individuali come naturalmente fondanti e che esalta il ruolo dell’individuo e della sua libertà di azione all’interno della società al fine di assoggettare alla logica del mercato tutte le funzioni tradizionalmente attribuite allo Stato.

“Nello stesso tempo, la Chiesa insegna che non esiste autentica libertà senza la verità. «Verità e libertà o si coniugano insieme o insieme miseramente periscono», ha scritto Giovanni Paolo II. In una società dove la verità non viene prospettata e non si cerca di raggiungerla, viene debilitata anche ogni forma di esercizio autentico di libertà, aprendo la via ad un libertinismo e individualismo, dannosi alla tutela del bene della persona e della società intera (Cfr. Congregazione per la Dottrina della Fede, Nota Dottrinale circa alcune questioni riguardanti l’impegno e il comportamento dei cattolici nella vita politica Par. IV.7)

Il Corso è indirizzato a giovani e adulti di buona volontà, stanchi di considerare la politica come un affare che non ci riguarda e interessati ad affrontare le grandi sfide del tempo attuale nella luce della Dottrina Sociale della Chiesa.

Sappiamo che la Sapienza agisce nella Storia e uno degli strumenti con il quale ha agito sono i numerosi interventi del Magistero che compongono la Dottrina Sociale della Chiesa. Essa è troppo poco conosciuta, è come un tesoro nascosto che gli uomini ancora non hanno trovato tempo e modi di scoprire.

L’obiettivo del corso è di far nascere nei partecipanti la voglia di scoprire questo tesoro e applicarlo nella vita, personale, sociale e politica di ogni giorno.

Sono lieto di presentare il documento Compendio della dottrina sociale della Chiesa, elaborato, secondo l’incarico ricevuto dal Santo Padre Giovanni Paolo II, per esporre in maniera sintetica, ma esauriente, l’insegnamento sociale della Chiesa Trasformare la realtà sociale con la forza del Vangelo, testimoniata da donne e uomini fedeli a Gesù Cristo, è sempre stata una sfida e lo è ancora, all’inizio del terzo millennio dell’era cristiana. L’annuncio di Gesù Cristo, «buona novella» di salvezza, d’amore, di giustizia e di pace, non trova facilmente accoglienza nel mondo di oggi, ancora devastato da guerre, miseria e ingiustizie; proprio per questo l’uomo del nostro tempo ha più che mai bisogno del Vangelo: della fede che salva, della speranza che illumina, della carità che ama. La Chiesa, esperta in umanità, in un’attesa fiduciosa e al tempo stesso operosa, continua a guardare verso i «nuovi cieli» e la «terra nuova» (2 Pt 3,13), e a indicarli a ciascun uomo, per aiutarlo a vivere la sua vita nella dimensione del senso autentico. «Gloria Dei vivens homo»: l’uomo che vive in pienezza la sua dignità rende gloria a Dio, che gliel’ha donata (Dalla Lettera di Presentazione del Compendio della Dottrina Sociale della Chiesa – CDSC – del Card. Martino del 2.4.2004)